La storia dell’Associazione Architetti Artisti è legata alle vicende di Ligne et Couleur di Parigi, un gruppo che si costituì gia nel 1935 come filiazione di un sodalizio di architetti riunitisi sotto il nome di Amants de la Nature nel 1881. I contatti stabilitisi nella capitale francese tra architetti di diverse nazionalità, spesso legati da un comune corso di studi, favorirono la nascita di associazioni analoghe in Germania, Inghilterra, Scozia e Polonia.

Nel 1989, a Venezia, a partire dalle sollecitazioni che venivano proprio dal gruppo parigino, nacque l’Associazione Architetti Artisti. Gli architetti Antonio Canato, Vincenzo Cherubini, Laura de Carli, Alfeo Pauletta, Carlo Alberto Tessarolo, firmatari dell’atto costitutivo, dichiararono nello statuto l’intenzione di unirsi negli obiettivi a Ligne et Couleur, indicando tra gli scopi del nuovo sodalizio apolitico e apartitico, “il promuovere iniziative fra gli architetti di inclinazione artistica, volte a tener viva, operante e stimolante la propria tendenza artistica, attraverso attività espositive e studi indirizzati a sensibilizzare l’attenzione degli architetti e della collettività in generale nei confronti del rapporto in architettura tra opinione tecnocratica della sola utilità razionale e l’armonia artistica della forma e del colore.”

L’Associazione, a partire dal 1991, con l’intervento di artisti di diversi paesi, ha realizzato sedici mostre internazionali a Venezia, patrocinate dalla Regione Veneto e dal Comune di Venezia, in sedi particolarmente prestigiose, come la Scuola Grande di San Giovanni Evangelista, il Palazzo delle Prigioni Nuove, la Schola dell’Arte dei Tiraoro e Battioro, l’ex Convento di S.Anna, la Bottega del Tintoretto, l’ex Chiesa di San Gioacchino; tre mostre internazionali a Verona, presso il Salone di Rappresentanza di Castelvecchio e nello Spazio Espositivo Renato Birolli; a Milano, nella Certosa di Garignano e a Catania nel Convento dei Benedettini, ora sede dell'Università e a Palazzo dei Minoriti. È stata inoltre invitata nel 2005 dall'Istituto Italiano di Cultura di Sofia e nel 2008 da quello di Praga ad esporre presso le loro prestigiose sedi. Nel 2013 ha preso parte a due eventi di eccezionale rilevanza organizzati dal Comune di Milano:  ARTEPASSANTE e un’esposizione al centro OCA nelle ex Officine Ansaldo e nel 2015 all’Accademia di Brera - Ex Chiesa di San Carpoforo.

In più di vent'anni di attività, il notevole ricambio generazionale tra i membri appartenenti a diverse regioni italiane, ha permesso un  processo di rinnovamento anche negli ambiti artistici, nelle forme e nelle tecniche espressive.

L’Associazione Architetti Artisti ha avviato un intenso processo di scambi internazionali, stringendo stretti legami con Ligne et Couleur di Parigi, Ligne et Couleur di Stoccarda, Society of Architect Artists di Londra, Scottish Society of Architect Artists di Edimburgo,  Kolo Plener di Varsavia, The American Society of Architectural Perspectivists di Boston; ha inoltre consolidato una rete di contatti con architetti austriaci, croati, greci, spagnoli e australiani.

L’Associazione ha sempre ribadito di voler offrire ai partecipanti alle sue manifestazioni la possibilità di sperimentare diverse modalità espressive e di favorire l’incontro e il confronto delle varie tendenze artistiche.